giovedì 24 novembre 2011

Speedy Pizza gluten free al sapore di Solleone



No, no niente pizze surgelate, anche se devo ammettere che le ditte del senza glutine ne offrono parecchie e qualche volta sono rimasta un po’ tentata…

L’altra sera era la prima sera dopo, boh non so, tre settimane, che mi si prospettava una serata casalinga. Io lo so che me le vado a cercare, ma per una roba o per l’altra non riesco mai a essere  a casa ad un ora decente. Avevo una montagna di roba da stirare che raggiungeva l’altezza di un ragazzino di 11 anni, così ho dato alla serata un tono cinematografico neo-cenerentoliano, passandola stirando davanti al l’ultimo film su Robin Hood intervallato da una chiacchierata con Skype con un amico recentemente emigrato in terra teutonica.

Dicevo, sono arrivata a casa dopo una spesa veloce in un bellissimo nuovo supermercato che hanno aperto. Io adoro i supermercati: cornucopie di delizia ed ispirazione. Cosa cucinerò stasera? Pollo al forno? Risotto al radicchio? Petto di pollo con i funghi e purè? Crema di cannellini con Capesante al burro? No, io ieri sera sono entrata al supermercato con la risolutezza di Attila e con un’unica idea in testa: pizza.

Arraffo la mozzarella, e mi balena in testa un’idea: sono le 7 e non posso mettermi ad aspettate che la pasta lieviti. Proviamo a fare un esperimento: lievito per torte salate fatto in casa con cremor tartaro e bicarbonato.

Arrivo a casa e lancio le scarpe nel corridoio, il cappotto sul divano, e fin qui niente di diverso dal solito. Mi cambio in fretta e furia entrando nei comodissimi pantaloni di pile della tuta.

Terrina, farina (quella che avevo) Mix B Schär mescolata a una punta di mix di cremor tartaro e bicarbonato (proporzione 2:1), due cucchiai di olio e acqua tiepida quanto basta per fare una pasta che si tiri a matterello. La mia versione è stata davvero Speedy perché l’ho anche fatta usando il forno a microonde come forno elettrico perché essendo piccolo si scalda prima. Ho steso la pasta col matterello e l’ho messa in una teglia di alluminio bassa. Per condirla ho usato la passata di cui mia mamma mi ha rifornito mettendola in mini vasetti della Bormioli. Sulla passata la mozzarella e poi una generosa spolverata di origano di Palinuro, sempre di fornitura mammesca.

Beh, alla faccia delle super paste lievitate, questa Speedy Pizza casalinga era una delizia! La pasta croccante; e in questo il cremor tartaro/bicarbonato aiutano parecchio. Il sapore meraviglioso: merito dei pomodori dell’orto di casa e del tempo che ci mette la passata s ridursi nel bubbolìo del pentolone. Per non parlare dell’origano che sapeva di mare, solleone e vacanze.

Sarà stato il retrogusto di solleone l’ingrediente segreto, o il frizzantino dell’aver fatto la pizza in tutta fretta???

Oppure, forse, il caso…