martedì 5 marzo 2013

Dolce Nostalgia - Una domenica sul Fiume Stella

Ci sono dei giorni in cui non si può evitare di  prendere la macchina e andare! Domenica era uno di questi.

Domenica era una giornata gloriosamente soleggiata e meravigliosamente tiepida. Da un po’ di tempo mi crogiolavo nell’idea di poter affondare i denti in un gigantesco panino con la mortadella sulle sponde del Fiume Stella, sfogliando nel silenzio le pagine di un bel libro.
Il giorno precedente avevo passato una bella serata a casa di Federico e Francesca, che celebravano il loro compleanno da neo genitori. Una serata densa di sentimenti e convivialità e desideravo starmene un po’ tranquilla per godermi il momento. 

Il Fiume Stella è un prodigio di calma e serenità. Scorre placido sulla piana friulana e si tuffa nella  Laguna tra Marano Lagunare e Lignano Sabbiadoro.
 
E’ un posto strettamente legato alla mia infanzia perché da bambina i miei genitori mi portavano lungo il Fiume con una barchetta blu scura che si chiamava Sarsegna, che è proprio un uccello acquatico tipico di questa zona.


La mia vita è iniziata a Titiano di Precenicco, perché là si sono sposati i miei genitori. Era da tempo che volevo andare a vedere la chiesetta. E’ una chiesetta deliziosa, piccola e curatissima che si chiama Madonna della Neve. Da un lato l’argine, dall’altro un ansa del Fiume stella. Sullo sfondo salici piangenti e i pioppi da cui fanno capolino gli alberi maestri di alcune barche a vela.



Ho fatto un salto all’acquario di Ariis e ho passeggiato ancora sull’argine. Assorta nei miei pensieri e col sole negli occhi.

Avevo con me gli occhiali, ma chi se ne importa!

A voi un po' di foto!

Sull'argine a Rivignano

Parco di Villa Ottelio ad Ariis di Rivignano