martedì 26 marzo 2013

La Udine che solitamente non si vede

Domenica scorsa non sapevo se cantare Jingle Bells o se recitare la poesia la Pioggerellina di Marzo. Sono uscita a prendere il caffè e sono stata schiaffeggiata da quella Bora Nera che in Friuli sega via le orecchie e a Trieste trascina le persone per strada, costringendole a fare tappe aggrappandosi come Tarzan da lampione a lampione.
Fonte: http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=374324
E' così che i miei speranzosi entusiasmi primaverili di mercoledì e giovedì scorsi sono stati tristemente soffocati sotto una coltre di gelo e spazzati via dal vento.
Cinema??
Torte???
Lavatrici????
Che fare?
Sapevo che erano le giornate del FAI, Fondo Ambiente Italiano e che per questa occasione alcuni edifici della città sarebbero stati aperti al pubblico, con le guide d'eccezione provenienti dagli istituti superiori di Udine. I geometri avrebbero parlato dell'aspetto esterno degli edifici, gli alunni dell'istituto d'arte avrebbero parlato delle decorazioni interne e degli artisti che avevano decorato pareti e soffitti.
Edifici che di solito passano inosservati, con le loro discrete facciate monocolore e poco addobbate. Edifici che l'Udinese non vede. Perché troppo assorto a leggere il giornale o a cercare parcheggio tra le viuzze della città; una volta pensate per la circolazione con cavallo e calesse o al massimo con carro e asinello.
Fonte: Google maps
Si parte col Palazzo Caporiacco, dove siede la Preside dell'Istituto Uccellis.
Volgendo gli occhi al soffitto, dei bellissimi affreschi che raffigurano il carro del sole di Apollo


Palazzo Caporiacco Di via Giovanni da Udine, 23 sede degli uffici della Presidenza dell'Liceo Europeo Uccellis.
Sul retro, un orto con una magnolia in fiore e un arco di gelsomino, che pagherei per vedere nel mese di maggio.



Poi, un bellissimo palazzo in Via Poscolle, affrescato dal Chiarottini. La loggetta è una vera delizia. Insospettabilmente collocata sopra un negozio di bigiotteria sull'angolo tra Via Poscolle e Via del Gelso. Il bellissimo affresco qui sotto è il soffitto della loggetta le cui finestre sono quelle che vedete nella foto seguente. 


Fonte: http://www.giornatafai.it/Friuli-Venezia-Giulia.htm
Fonte: Googlemaps
Ecco l'insospettabile loggia, accanto alla quale credo di essere passata centinaia di volte.

Davvero una sorpresa, la mia Udine.

Sono sempre più convinta che tutti dovremmo guardare le nostre città con il naso all'insù, come chi le vede per la prima volta.